DETECTIVE PER PASSIONE, NEL REGNO UNITO SI PUO’

Ieri mi sono occupato di questo. Curioso. Ma d’altra parte stiamo parlando della terra che ha dato i natali a Sir Arthur Conan Doyle e Agatha Christie…

Aspiranti detective cercasi. Non servono requisiti speciali, basta – probabilmente – una certa passione per i libri gialli e stomaco forte. L’idea e’ semplice: completare i ranghi della polizia con invesigatori dilettanti, presi tra le fila della popolazione civile. Cosi’ si tagliano le spese e si liberano dalle scartoffie burocratiche gli investigatori piu’ esperti. In Gran Bretagna succede davvero – e da quattro anni. Ora, pero’, gli addetti ai lavori hanno lanciato l’allarme: gente con pochissima preparazione finisce per occuparsi di crimini anche gravi come omicidi e stupri. Tanto da mettere a rischio il ruolo istituzionale degli investigatori di professione.
Ai novelli Sherlock Holmes, infatti, non e’ richiesto nessun passato particolare: basta frequentare un corso di addestramento di sei mesi per poter iniziare la prima indagine. Cosi’ a dare la caccia ai criminali ci finisce gente che con la lunga mano della legge ha davvero poco da spartire. “Alcuni di loro – si e’ lamentato con il Daily Telegraph l’ispettore Steve Williams, della federazione nazionale dei detective – si occupano di omicidi o stupri. Si tratta di neolaureati o persone che prima lavoravano al supermercato: gli si da’ un addestramento minimo e il gioco e’ fatto. Non puo’ funzionare cosi'”.
A rincarare la dose e’ l’ispettore Ian Spain, della polizia dell’Humberside. “Abbiamo visto gente che stava da M&S (nota catena britannica di grandi magazzini) prendere la prima deposizione di vittime di stupri: sono andati in bagno a vomitare”. Dal comando, pero’, i capi difendono la bonta’ dell’iniziativa, precisando che molti detective ‘anziani’ sono tornati sulla strada invece che stare dietro la scrivania. “L’obbiettivo e’ liberare le risorse”, ha precisato il sergente Ray Lewis. “Gli agenti in carica devono far tornare i conti”.
Stando a quanto riporta oggi, in prima pagina, il quotidiano conservatore, i detective civili sono diventati pero’ molto numerosi – centinaia, sparsi tra Inghilterra e Galles. E i capi delle polizie locali si sarebbero fatti prendere la mano, assegnando via via incarichi sempre piu’ delicati. “L’opinione pubblica – ha tuonato Chris Huhne, dei Liberaldemocratici – si aspetta giustamente che le indagini dei crimini gravi siano affidate ad agenti esperti e adeguatamente addestrati”. Laconico il commento di un portavoce del ministero dell’Interno: “Il modo in cui vengono impiegati gli agenti e il personale impiegato dalle forze di polizia e’ responsabilita’ dei capi delle singole forze”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...