E LA REGINA D’INGHILTERRA ANDO’ IN VACANZA COL TRENO – DI LINEA

Sara’ che resto un provinciale italiano, che si fa impressionare dai galloni e dai tabloid, ma a me la Regina sta molto simpatica. Come mi disse una volta Giorgio Armani: “trovo Elisabetta abbia una grande dignita’, un grande stile. E poi intendiamoci, ha una famiglia complicata da gestire”. Ergo: sara’ anche pubblicita’, PR, quello che volete. Ma mentre ho ancora le parole di Moretti nelle orecchie – portatevi coperte e panini? – e quelle di De Corato a Milano – “l’avevo detto io di lasciare a casa la macchina”. Di lunedi’? E chi non ha i mezzi sotto casa? – ho sentito il bisogno di pubblicare questa storia, anche se e’ di qualche giorno fa. Le calamita’ mettono in mostra come la classe dirigente italiana vive in un mondo a parte, un paese di fantasia. “Il popolo non ha il pane? Che mangino brioches”. Maria Antonietta, poverina, ha pagato col capo la battuta infelice. Ma aveva a che fare con i francesi. Elisabetta, regina moderna, ha capito l’antifona. E da’ un esempio in questo sciagurato 2009. Tutta immagine? Puo’ darsi. Ma conta. Sopratutto se la paragoniamo con le belle immagini di casa nostra.

Facile fare notizia se ti chiami Elisabetta II, regina d’Inghilterra e capo di Stato di una dozzina di nazioni sparse per il mondo. Ancora piu’ facile se per recarsi nella tenuta di Sandringham – poco meno di 200 chilometri da Londra, dove la regina tradizionalmente spende le vacanze di Natale con il resto della famiglia reale – invece che imbastire costosi convogli il monarca si presenta come un comune mortale – piu’ o meno – alla stazione e prende posto su un treno di pendolari. Carrozza di prima classe, ovviamente. Per un prezzo ‘sbalorditivo’ di 44,40 sterline, andata e ritorno. E pensare che Elisabetta, se vuole, a sua disposizione ha un treno tutto per lei: il Royal Train.

Invece no. Cappottino grigio, foulard di Hermes colorato stretto al capo, sua Maesta’ Elisabetta II si e’ presentata alla stazione londinese di King’s Cross verso le 10.30 del mattino: ad ‘attenderla’ il First Capital Connect per King’s Lynn delle 10.45. La polizia, senza dare preavviso, ha quindi chiuso al pubblico – per pochi minuti – il binario 11b. Giusto il tempo per permettere all’anziana regina (83 anni) di salire a bordo del treno. Abbastanza pero’ per scatenare le rimostranze degli ignari londinesi, piagati in questi giorni da maltempo, scioperi dei mezzi e la consueta isteria natalizia. Il timore, riferiscono vari quotidiani, era quello di ritrovarsi scavalcati dal solito VIP di dubbio gusto. Poi Elisabetta II e’ comparsa e a piedi si e’ avviata verso la carrozza di coda del convoglio: e nessuno ha piu’ proferito parola.

”La regina sul mio stesso treno: mia moglie non mi credera’ mai”, ha confidato al Daily Mail uno sconvolto passeggero, Andrew Smith, che si stava recando a King’s Lynn per una riunione di lavoro. E c’e’ persino chi sulle prime neanche l’ha riconosciuta. “Ho pensato fosse una celebrita’ di serie B”, ha detto Gemma Birrell, 16 anni. Che visto l’eta’ forse tiene piu’ d’occhio il principe William. Sta di fatto che Sua Maesta’, accompagnata dalla guardia del corpo di fiducia e da un paio di aiutanti, si e’ velocemente accomodata nella carrozza di coda, vicino al finestrino, e ha atteso la partenza del treno. L’unico trattamento di privilegio, a quanto pare, e’ che nel vagone della regina non e’ stato permesso l’ingresso a nessun altro viaggiatore. Se gli altri vagoni di prima classe fossero stati pieni, hanno pero’ precisato a Buckingham palace, la sicurezza avrebbe concesso l’accesso ai passeggeri che ne avevano diritto.

Ad ogni modo, non e’ la prima occasione che Elisabetta II usa i mezzi pubblici per i suoi spostamenti. Gia’ da qualche anno, infatti, la regina si reca a Sandringham col treno. Questa e’ la prima volta pero’ che alla stampa e’ stato permesso di scattare fotografie dell’evento. “Forse – avanza il Times – Elisabetta sta pensando d’inviare una copia delle immagini al principe di Galles e al duca di York”. La frecciatina e’ destinata a Carlo, che per recarsi a Copenaghen per perorare la causa dell’ambiente ha optato per un costoso – e inquinante – jet privato. “Forse – ipotizza invece il Daily Express – la regina vuole dare un’immagine di austerita’ ora che deve rinegoziare l’assegno annuale da 7,9 milioni di sterline che le passa lo Stato”. Puo’ essere. Resta il fatto che per andare in vacanza la regina d’Inghilterra prende il treno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...