RESTIVO FERMATO DA POLIZIA PER CASO BARNETT/1

BOURNEMOUTH (INGHILTERRA), 19 MAG – Quattro camionette della polizia, un furgone della scientifica, ponteggi e teloni montati di fretta e furia per proteggere l’area delle indagini. La villetta di Bournemouth, Dorset, dove da anni Danilo Restivo risiede con la compagna Fiamma, si e’ trasformata oggi nel ‘grande evento’ della cronaca cittadina. Il 38enne potentino indagato in Italia per l’omicidio di Elisa Claps, e’ stato infatti fermato questa mattina dalle autorita’ britanniche in relazione all’omicidio di Heather Barnett, la sarta 48enne trucidata otto anni fa nel bagno della sua casa. Che sta di fronte a quella di Restivo. La polizia e’ convinta che siano emerse nuove prove a carico dell’italiano: ora ha a disposizione al massimo 96 ore per convincere i magistrati. Che sia la volta buona, dunque? Non e’ la prima volta, infatti, che i detective della Dorset Police bussano alla porta di Restivo. Era gia’ capitato nel 2004 e nel 2006: venne rilasciato in entrambi i casi senza alcuna incriminazione. Il ritrovamento del corpo di Elisa Claps sembra pero’ aver impresso una svolta nelle indagini. Gli inquirenti britannici e i colleghi italiani si sono confrontati nuovamente nelle scorse settimane e il cerchio, dopo anni di stasi, ha iniziato a stringersi nuovamente intorno a Danilo Restivo. Oggi, infine, la svolta. ”Siamo qui per condurre un’indagine minuziosa, nulla verra’ tralasciato”, ha dichiarato all’ANSA Steve White, detective capo della polizia del Dorset, mentre nella villetta del quartiere di Charminster – case basse col giardino, vicini che si salutano, l’Inghilterra-tipo insomma – entravano gli esperti della scientifica. Ben Barnett, il fratello di Heather, si e’ detto pero’ scettico. ”Per noi – dice – e’ un film gia’ visto. Questa e’ la terza volta che le autorita’ fermano Danilo Restivo”. Ben e’ stato avvisato ieri sera dalla polizia dell’imminente operazione. ”Questa mattina – racconta – ho inviato un SMS a Gildo Claps per metterlo al corrente. Non volevo che apprendesse la notizia dai giornali: so che stanno seguendo il caso con grande attenzione”. Ben conosce bene i Claps: due settimane fa si e’ recato a Potenza per incontrare i membri della famiglia. ”Ho creduto – ha confidato – che fosse arrivato il momento giusto. In questo modo ho voluto mostrare la mia solidarieta’ alla famiglia e far sentire alla citta’ di Potenza che le indagini, anche sul fronte britannico, non si sono fermate”. Che la polizia britannica abbia poi trovato tracce di DNA appartenenti a Danilo Restivo tra i reperti rinvenuti sulla scena dell’omicidio Barnett – cosi’ come trapelato oggi sulla stampa – e’ un dettaglio che Ben non e’ in grado di confermare. ”Io non ne so niente”, dice. ”La polizia mi ha detto di avere nuove prove a suo carico ma non ha menzionato in alcun modo il DNA. Sulla scena del crimine, per quanto ne so, non venne rinvenuto altro DNA se non quello dei familiari”. Per quanto riguarda il coinvolgimento di Restivo nel caso Barnett Ben mette comunque le mani avanti. ”Non spetta dire a me – dichiara – se e’ colpevole o meno. Gli indizi sembrano puntare in quella direzione. Detto questo, se qualcuno deve andare in galera per questi omicidi io mi aspetto sia la persona giusta”. ”La polizia – sottolinea a questo proposito il detective White – ha a disposizione fino a 72 ore di tempo per confermare l’arresto”. ”Questo – prosegue – include gia’ un’estensione del fermo. La scala di tempo all’interno della quale ci muoviamo e’ in realta’ di 24 ore”. In extremis il fermo potrebbe essere esteso fino a 96 ore ma in quel caso ci vorrebbe la convalida di un magistrato. ”E’ uno scenario alquanto estremo”, precisa il detective. In meno di due giorni, dunque, si dovrebbe poter capire come stiano davvero le cose.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...